VALENCIA TRA ARTE E TRADIZIONE


Via: Avenida Istituto Obrero de Valencia

L'Oceanografic è il parco oceanografico di Valencia; il più grande parco marino in Europa. Situato nella zona nella quale si trovava il letto del fiume Turia, prosciugatosi negli anni dopo un'inondazione.

Il museo acquatico è parte di un insieme più grande che prende il nome di Ciutat de les Arts i les Ciències (Città delle arti e delle scienze).
l complesso è diviso in zone che riproducono gli ambienti marini presenti sulla Terra. 
Le parti più interessanti si possono considerare un tunnel sottomarino della lunghezza di 70 metri ed un ristorante in cui si ha l'impressione di mangiare sul fondo dell'oceano.
È presente anche un delfinario profondo 11 metri.
Tra gli animali presenti ci sono anche trichechi, beluga, pinguini di Humboltd,foche comuni e numerosi uccelli, tra cui fenicotteri e ibis rosso.

2013


Come sempre Valencia da sempre le meritate soddisfazioni.
E' novembre del 2013 e fa un caldo con temperature che toccano i 29 gradi. In spiaggia si sta così bene che un bagnetto ci sta. Certo in Italia queste giornate sono impensabili
Quest'anno il tempo è stato molto clemente rispetto al 2012: nuvole e freddo. E' stato un bene perché l'ultima gara del Moto Gp si tiene proprio a Valencia e proprio perché sono nel settore 33, tribuna rossa del circuito di Ricardo Tormo è più che ottimo!! Sicuramente conviene venire fin quà ad assistere 3 giorni di gara, dalle prove a quelle ufficiali, pagando solamente 75 € con tanto sole e allegria. Il settore rosso rimane un po' lontano da raggiungere, ma secondo me non è male, si ha una buona vista di tutto il circuito). Per raggiungere il circuito basta prendere il treno della Renfe da Valencia Saint Isidre (fermata della Linea 1, direzione Torrent o Torrent ave.). 15/20 minuti di viaggio per Valencia Ricardo Tormo e con una passeggiata di massimo 10 minuti si è davanti al circuito!!
Consiglio un abbonamento di 10 ingressi della metropolitana, si evita perdita di tempo e si riesce a risparmiare qualcosina, così come per il biglietto della Renfe, prendere direttamente andata e ritorno. Se volete e potete, portatevi da mangiare, niente cose in scatola, ve le getteranno al controllo borse all'ingresso, altrimenti dentro vendono panini, i famosi bocadillos, birre e bibite. Per finire: godetevi la gara!! Quest'anno Marc Marquez vince la MotoMondiale 2013 al suo debutto in Moto Gp ed è il pilota più giovane vincitore nella classe regina, anche se in questa gara ad avere la meglio è stato Jorge Lorenzo, secondo Dani Pedrosa. All'insegna della bandiere spagnola!!

2011


La Metropolitana di Valencia è di modernissima concezione, le carrozze sono condizionate e collegano in maniera eccellente la città. E' possibile e molto conveniente se si vuole girare la città usufruire della VLC (Valencia Tourist Card), una tessera che offre trasporto pubblico e sconti per ingressi ai musei, spazi per il tempo libero, negozi e ristoranti convenzionati. Con la Linea 4 e la Linea 6 della metro è possibile raggiungere la spiaggia, mentre con la Linea 5 si arriva direttamente al porto. Altrettanto efficiente è la EMT, l'azienda municipale dei trasporti di Valencia. Bus e tram sono anche molto comodi per raggiungere la zona della spiaggia, la famosissima Playa de Malvarrosa.


Pedalare per le viette del centro storico della città oppure percorrere il vecchio letto del fiume Turia, ora trasformato in un enorme polmone verde, è un'ottimo modo per abbinare sport e divertimento. 

I prezzi dei taxi a Valencia sono molto più abbordabili comparati a quelli italiani, ma si raccomanda ad ogni modo molta attenzione al momento del pagamento: i tassisti tendono spesso a fare i furbi.


Se si vuole noleggiare un'auto è consigliabile solo se si ha intenzione di fare una gita fuori porta, perchè Valencia è già ben servita dai mezzi pubblici; ci sono pochissimi posteggi in superficie, molti invece quelli  sotterranei e ovviamente a pagamento. 
Una persona può pensare che la Spagna, in questo caso Valencia, stia attraversando un periodo duro e difficile dato dalla crisi, ma visto da vicino è un'altra realtà, perchè niente è lasciato al caso: i prezzi dei biglietti possono risultare costosi, ma in confronto i servizi valgono e non vengono tralasciati o ridotti per via della crisi, anzi cercano di mantenere una certa qualità. Diversamente invece in certi paesi che per affrontare la crisi  aumentano il prezzo del biglietto, ma offrono scarsa qualità dei servizi.  Non fa un po' pensare?!

Valencia è la terza città più grande della Spagna. Per chi non la conosce può sembrare una città insignificante, invece è il contrario. È sede della Luna Rossa, è considerato circuito cittadino della Formula 1, c'è l'acquario più grande d'Europa ( l'Oceanografic) , è la città  natale della Paella (p.Valenciana, tipica è quella con coniglio e lumache) e vanta di avere più giorni soleggiati durante l'anno rispetto tutti i paesi europei!!! Ve la sareste mai immaginati?!?