BUDAPEST


2012


La tradizione culturale si rifà insieme a Vienna e Praga, all'impero austroungarico.
Budapest fu un'antica colonia romana e gli stessi romani furono i primi a sfruttare le 123 sorgenti termali che si trovano nella ragione, molte delle quali sono ora delle terme pubbliche e rappresenta ancora una delle caratteristiche di questa capitale.


La sua posizione lungo le rotte tra occidente ed oriente oltre che avvantaggiarla negli scambi commerciali è stata il motivo delle numerose invasioni e guerre che si sono combattute in passato.

Distrutta molte volte fu conquistata dai Mongoli dai Turchi e per ultima dagli Asburgo che la dominarono fino alla fine della seconda guerra mondiale.


Tutte le civiltà che la occuparono hanno lasciato le tracce nella cultura e nella vita di questa città, ad esempio la cucina molto speziata risente dell'influenza turca, o le costruzioni barocche dell'impero austroungarico.

Dal 1945 al 1990 l'Ungheria ha fatto parte del blocco Est sotto l'influenza dell'URSS. 
Successivamente alla caduta del muro di Berlino l'Ungheria è ridiventata democratica e  Budapest un grande Capitale di un paese oramai a pieno titolo capitalista.
L'ungherese è più affine con le lingue parlate in Siberia che con le altre lingue europee.
La stazione di Budapest, Nyugati pu fu costruita dalla compagnia Eiffel.



In cima alla collina Gellért (circa 350 metri) (potete prendere il bus n.27 da Moricz Tér fino all'ultima fermata), visibile da molte parti di Budapest c'è una statua eretta durante l'occupazione russa del 1956 in onore ai soldati russi morti durante la liberazione della città dall'occupazione nazista. Nel 1989 le autorità hanno cambiato il nome del monumento da monumeto alla Liberazione a monumento alla Libertà ed il monumento è dedicato a tutti quelli che hanno combattuto per la libertà del popolo Ungherese.
 
Ci sono 128 sorgenti termali a Budapest. 

Il palazzo del Parlamento, eretto nel 1904, fu per un certo periodo la costruzione più grande del mondo.

Solo un quarto degli edifici di Budapest rimase intatto dopo la battaglia fra tedeschi e russi alla fine della 2' guerra mondiale.


La metropolitana di Budapest, terminata nel 1896, fu la prima del continente europeo, seconda solo all metropolitana di Londra (1890).  

Budapest rimane un luogo di paradossi, un mix di ricordi comunisti e sogni capitalisti la città rimane legata al suo passato ed alle tradizioni che la sua storia recente e turbolenta ha lasciato nelle persone. 
Comprendere queste contraddizioni permette di dare a Budapest un luce più vera e comprendere le paure del passato e condividere l'entusiasmo per il suo futuro. Buda, Pest ed Obuda, sui due lati del Danubio divennero una unica città solo dopo il 1873. 
Certamente molto è cambiato nei due ultimi decenni, strade pedonali, negozi di lusso nightclubs e ristoranti lussuosi annunciano l'arrivo di un capitalismo globale.