NAPOLI

Museo Cappella SanSevero: Il Cristo Velato



Realizzato interamente in un unico blocco di marmo, il Cristo Velato, rappresenta un vero e proprio capolavoro dell'epoca barocca, realizzato dallo scultore napoletano il Magnifico Giuseppe Sanmartino.
L'opera è conservata accuratamente al Museo Cappella Sansevero a Napoli e rappresenta il Nostro Signore Gesù Cristo morto sdraiato su un materasso e ricoperto da un sottile velo che aderisce perfettamente ogni forma e curva del suo corpo. Si può intravedere e percepire chiaramente l'agonia e il dolore nel suo viso, il corpo magro e sofferto dalle torture dovute alla corona di spine, alle tenaglie e ai chiodi scolpiti ai piedi  della statua. A riguardo del velo, si racconta che il velo fosse stato veramente steso sul corpo e con processo alchemico si sia marmorizzato rendendolo così parte dell'opera, ma le prove di un documento di pagamento attesta   proprio che lo scultore sia stato così meticoloso e preciso da rendere il Cristo Velato, un'opera di grande stima, anche dallo stesso Canova, il quale dichiarò e cercò disperatamente di comprarla pur di esserne lui il protagonista di tanto successo. Tutto questo iniziò quando, nel corso dei secoli nacque la leggenda per cui  lo scienziato e alchimista Raimondo di Sagro insegnò allo stesso Sanmartino il metodo della cristallizzazione del tessuto in cristalli di marmo, ma che con le accurate ricerche affermano invece l'innata abilità e maestria dello scultore.


***




Guarda questo video: