SORRENTO


A circa 46 km da Napoli, si trova Sorrento.
Una delle leggende racconta che Sorrento sia stata denominata così per la presenza di sirene che ammaliavano i navigatori per poi farli naufragare contro le scogliere. Un'altra supposizione del perché si chiami Sorrento è per la sua posizione geografica per cui i fiumi attraversavano le strette valli circostanti quindi: confluenza delle acque.

Ma andiamo a parlare un piccolo dettaglio enogastronomico: il Limoncello.
Forse non tutti sanno che Sorrento è famosissimo per il limoncello data dalla squisitezza del suo limone.
Il limoncello è un liquore di antichissime ricette, ottenute appunto dalle bucce di limone di Sorrento IGP, alcol, acqua e zucchero.
Oltre a Sorrento anche Capri, Procida e la costiera amalfitana si grandi produttori di limoncello.
Viene utilizzata per l'infusione dell'alcol etilico a gradazione di almeno 90% in cui vengono macerate le scorze di 10 grossi limoni per ogni litro di alcol. La macerazione è di circa 20 giorni poi viene aggiunto lo sciroppo.
Con un massimo di 1 mese di macerazione in bottiglia, si può notare la tipica colorazione giallo. Il suo sapore è deciso e molto forte, ottimo come digestivo dopo i pasti.
Dopo la sua divenuta notorietà in Italia, il limoncello viene anche prodotto negli Stati Uniti, utilizzando i limoni della California.